Chiesa di San Giovannello

La basilica di S. Giovanni Battista (o Giovannello) è ubicata in piazza del Precursore, nel rione Giudecca di Ortigia.

È stata costruita su un'altra basilica paleocristiana del IV secolo, costruita quest'ultima su ordine del vescovo Germano.

Per la sua vetustà la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista è stata sempre e ininterrottamente fino ad oggi definita "prima post episcopalem", "prima dopo la Chiesa Cattedrale" come attestato ufficialmente, tra gli altri, da mons. A. Casaccio, vicario generale, nel 1781.L'aspetto attuale è del 1380. Ha un bellissimo portale quattrocentesco, un rosone e l'apice della facciata che non sono allineati fra di loro e questo per via delle manomissioni subite dalla chiesa nel corso dei secoli, non ultima quella del XVIII secolo. Ha anche due celle campanarie sulla sinistra dell'edificio, oggi senza tetto. L'interno è a croce latina, a tre navate, separate da colonne alternate ad archi ogivali.Da ricerche effettuate negli archivi parrocchiali si evince che l'altare maggiore era dedicato al Precursore mentre gli altari laterali erano dedicati a Santa Maria della Speranza, a San Bartolomeo Apostolo, a sant'Antonio di Padova e alla Sacra Famiglia. Le tele di Sant'Antonio di Padova e della Sacra Famiglia si trovano, oggi, nella vicina chiesa di San Filippo Apostolo. Nessuna notizia della tavola quattrocentesca della Madonna della Speranza e delle tele di San Giovanni Battista e di San Bartolomeo Apostolo. La tela di San Bartolomeo Apostolo era stata trasferita dalla vicina chiesa di San Bartolomeo in tempi relativamente recenti in seguito alla sconsacrazione e contestuale chiusura al pubblico culto della chiesa omonima. La cinquecentesca tela di San Bartolomeo aveva così preso il posto - nella chiesa di San Giovanni Battista - del quadro di San Giuseppe, opera di poco pregio, trasferito nella sagrestia e ora conservato nella sagrestia della chiesa di San Filippo Apostolo.Le due campane, presenti fino a un secolo fa nelle celle campanarie tuttora presenti, erano relativamente recenti: sec. xix la più grande e sec. xx la più piccola. Di entrambe non si ha più notizia.



Oggi la basilica, rettoria della Parrocchia San Giovanni Battista all'Immacolata, è ancora chiesa consacrata e aperta al culto divino. Vi si celebra la Santa Messa ogni sabato, nei mesi estivi, alle ore 18,00 (mesi di luglio e agosto ore 18,30) e in occasioni particolari come per esempio il 23 e il 24 giugno, solennità della Natività di San Giovanni Battista, titolare della chiesa.In effetti la sorte che questa chiesa ha avuto nell'ultimo secolo è stata parecchio infelice. Usata come teatro, luogo per spettacoli profani, addirittura ricevimenti matrimoniali ora da un anno esatto è tornata ad essere unicamente luogo di culto. 

Si ringrazia Don Flavio Cappuccio, Parroco della chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista in Siracusa e rettore della chiesa di San Filippo Apostolo, per l'interesse mostrato e l'aggiornamento delle informazioni.

Fonte Wikipedia.

Questo sito fa uso di Cookies tecnici, si prega di leggere l'informativa sul Trattamento dei dati. per maggiori informazioni Privacy Policy.

accetto i cookies di questo sito