Chiesa di San Martino

Le manomissioni che ha subito la Chiesa , non permettono di stabilire una data precisa della sua origine

le caratteristiche architettoniche dell’abside e delle colonne che la circondano la farebbero risalire al VI secolo d.C..L’ampliamento sarà avvenuto tra il 1300 e il 1400, periodo a cui risalgono il rosone e il portale d’ingresso; la forma ogivale con fasce di colonnine e capitelli a decorazione floreale di quest’ultimo è testimonianza dell’architettura aragonese. Sulle navate laterali si aprono gli altari dedicati a S.Amatore, a tutti i Santi, a sant’Elena, a S.Costantino e a S.Aloe. Sotto un altare il corpo di S.Vincenzo Martire proveniente dalla catacombe di S.Callisto in Roma. Nella chiesa di San Martino, secondo il Privitera, dovrebbero trovarsi i quadri della via Crucis e l’organo provenienti dalla Chiesa di S.Maria di Gesù.

Questo sito fa uso di Cookies tecnici, si prega di leggere l'informativa sul Trattamento dei dati. per maggiori informazioni Privacy Policy.

accetto i cookies di questo sito