Chiesa dell'ex Convento del Carmine

La costruzione attuale risale al XVII secolo e purtroppo poche tracce esistono della precedente chiesa del ‘300

La chiesa a tre navate, è caratterizzata da altari di marmo e proprio ai lati dell’altare maggiore ergono due statue di marmo raffiguranti S.Agata e S.Lucia. La navata centrale presenta un panneggio di stucco a frange dorate raccolte in un nodo sulla cui sommità vi è uno scudo crociato sostenuto da due putti. Nel 1870 la chiesa del Carmine viene ceduta dall’Amministrazione del Fondo del Culto all’Amministrazione Provinciale di Siracusa con l’obbligo di lasciarla aperta al pubblico e di curarne la manutenzione. Nel 1915 la chiesa viene ceduta al Comune per alloggio di militari prima e poi viene presa in consegna come deposito di grano in sacchi. Successivamente fu restituita all’autorità militare per essere restaurata e riconsegnata all’Ente proprietario. La Soprintendenza, vedendo che numerosi danni aveva subito l’edificio, accettò la richiesta del Comune di cederla alla Regia Scuola d’Arte per farne un laboratorio di ferro battuto, mentre la manutenzione sarebbe rimasta al Comune. Fortunatamente dopo diverse contestazioni circa l’uso improprio della chiesa, essa verrà riaperta al culto per il bene di tutti i suoi fedeli.

Questo sito fa uso di Cookies tecnici, si prega di leggere l'informativa sul Trattamento dei dati. per maggiori informazioni Privacy Policy.

accetto i cookies di questo sito