La Porta Urbica

Rappresenta uno dei più antichi monumenti dell'isola.

Fu fatta costruire da Dionigi il Grande tra il VI° e il V° secolo a.C. Originariamente era costituita da due torri quadrangolari di 8,35 metri per lato, fra le due torri dovevano aprirsi due porte che consentivano l'accesso all'asse sacro della città greca. L'importanza di questo sito archeologico è rappresentata dal fatto che oggi è l'unica testimonianza rimasta delle antiche fortificazioni Greche di Ortigia. La  porta urbica era una porta di accesso alla fortezza di Ortigia, essa faceva parte della cinta muraria che oltre a cingere Ortigia, costeggiava tutta la città fino al castello Eurialo. Oggi è identificabile con lo scavo di via XX Settembre. Ciò che resta visibile è il basamento di due torri quadrangolari di oltre 8 metri per lato, le quali probabilmente, consentivano l'accesso ad una strada che si biforcava e collegava il tempio di Apollo  e quello di Athena. La porta venne scoperta nel 1977 ..

{pdbuttondownload}

 

Questo sito fa uso di Cookies tecnici, si prega di leggere l'informativa sul Trattamento dei dati. per maggiori informazioni Privacy Policy.

accetto i cookies di questo sito